Nuova pagina 1
Home World Gallery Video Blog Decalogo Forum
BLOG ECCOVI LE NOTIZIE DA NOI GIUDIACATE INTERESSANTI
11 Settembre
Ambiente
Casagiovanni
Cinema
Curiosità
Debunker
Economia
Esteri
Girls
Medicina
Misteri
Motori
Politica
Sport
Truffe
Varie
Web

CERCA NEL BLOG

30/03/2010 - California legalize it


Saranno pure governati da un attore di destra che colleziona SUV militari, ma i californiani sono ben consapevoli che la crisi li morde alle caviglie e che rischiano di diventare una delle più grandi economie occidentali al collasso.

Così, visto che la marijuana è già parzialmente legale con ricetta medica per alcune specifiche malattie, perché non trasformarla in un business colossale e renderla legale una volta per tutte? L idea non è affatto peregrina. La canapa, in fondo, è una pianta dai molteplici usi e non tutti psicotropici, e anche questi ultimi sono uno stimolo niente male al turismo.

La raccolta firme è andata alla grande (quasi mezzo milione), così in autunno arriverà il referendum: legalizzare? Se la risposta sar&ag...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (10 Click) 
 
 

17/02/2010 - Grecia: bomba alla JP Morgan, ed "è solo l inizio"


Sarebbe una notizia da raccontare, credo io. E invece, in Italia solo 4 riferimenti alla faccenda, di cui uno è Reuters.

Una bomba è esplosa oggi fuori dagli uffici di JP Morgan ad Atene, senza causare vittime né gravi danni. Lo hanno riferito la polizia e l istituto di credito. "Era una bomba con timer fuori dagli uffici di JP Morgan al secondo piano di un palazzo di Atene", ha detto un funzionario di polizia.

Nessuno ha idea di chi sia stato, ma data l esplosiva situazione greca non stupisce che qualcuno pensi di prendersela con le banche. In fin dei conti, il governo ha allegramente investito in derivati per tirare avanti, con la complicità degli istituti finanziari. Il commissario europeo, Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (9 Click) 
 
 

17/02/2010 - GRECIA, GOLDMAN E...PRODI. LE DOMANDE CHE NESSUNO PONE


Grazie al New York Times ora sappiamo che dietro la crisi greca, ci sono ancora una volta le grandi banche di Wall Street, secondo le stesse modalità che hanno provocato il terremoto dei subprime e il fallimento della Lehman: una truffa contabile realizzata con i derivati (potete leggere una sintesi della notizia in italiano qui .

E chi sono le banche coinvolte? La solita Goldman Sachs, vera regina di Wall Street, da cui ranghi sono usciti ben due segretari al Tesoro (Rubin e Paulson) e JP Morgan Chase, che come spiega Massimo Gaggi, è da sempre la banca più vicina al governo americano ed è, ricordiamolo, l’istituto del ba...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (5 Click) 
 
 

13/07/2009 - G8/ Benetazzo ad Affaritaliani.it: "Corriamo il rischio che venga creata una super-banca mondiale in balia delle lobby"


Il vero pericolo di questo G8 è che si arrivi alla costituzione di un governo bancario mondiale attraverso un organismo monetario e finanziario di controllo del pianeta. Ne è convinto Eugenio Benetazzo, ex-bocconiani e ora primo ed unico predicatore finanziario in Italia (come lui stesso si definisce nel suo sito), che ad Affaritaliani.it spiega i rischi di un super-organismo in balia delle lobby. La crisi? E’ solo un primo assaggio di quello che arriverà nel 2012 a livello macroeconomico, energetico e alimentare, spiega il broker indipendente detto il Beppe Grillo della finanza, tra i pochissimi ad aver preannunciato in un saggio del 2006 la tempesta finanziaria.


Secondo Benetazzo la colpa è tutta del Wto che “sta creando uno spostamento di ricchezza da Occidente ad Oriente, mettendo in seria difficoltà l attività occupazionale dei Paesi occidentali con le delocalizzazioni”. Come uscirne? ...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 1) (7 Click) 
 
 

18/05/2009 - Toh, gli americani pensano al tasso negativo… Ma va?


Domenico de Simone - 17 Maggio 2009
http://domenicods.wordpress.com/2009/05/17/toh-gli-americani-pensano-al-tasso-negativo-ma-va/

Gregory (Greg) Mankiw, professore di Economia ad Harvard e già consulente economico dell’ex Presidente Bush, con un articolo sul New York Times propone l’introduzione di una moneta a tasso negativo come la via per uscire dalla crisi della domanda. Negli USA, nonostante le massicce iniezioni di capitale nelle Banche, la domanda di prestiti non riparte e la domanda di beni è in continua discesa. Insomma, come era immaginabile, la crisi da finanziaria si sta trasferendo con effetti pesantissimi nell’economia reale. Per la verità non era solo immaginabile ma era previsto che accadesse, e tanti anni fa scrissi che la crisi del debito non si sarebb...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (13 Click) 
 
 

26/09/2008 - OBBLIGAZIONI E VASELLINA


DI EUGENIO BENETAZZO


Lo avevo già predetto nel Maggio del 2006, il miglior investimento per gli anni a venire sarebbe stato l acquisto di azioni di società che producono vasellina, perchè ve ne sarebbe stata una fortissima richiesta nel successivo biennio. Andate a rileggervi quello spiritoso redazionale per capire perchè adesso la vasellina è ampiamente richiesta dai piccoli risparmiatori italiani. Iniziamo con lo svegliare tutte quelle persone che dormono nell innocente torpore accompagnato dalle affermazioni rassicuranti delle nostre autorità istituzionali che non sanno più come tranquillizzare il pubblico risparmiatore italiano. Secondo autorevoli, quanto discutibili, fonti mediatiche, l attuale crisi finanziaria (la peggiore di sempre) non contagierà più di tanto il vecchio continente ed il nostro paese: questo perchè le banche italiane ed europee non sono avventate ...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (6 Click) 
 
 

18/09/2008 - La pietosa tragedia dei numeri


Tutte le volte che vedo in TV le immagini della chiusura di Wall Street mi viene da ridere, poichè riesco solo a vedere dei signori dall’aria seria e attempata che stanno in piedi dietro ad un cartellone luminoso ad applaudire dei numeri.

3.371: Bravo! Clap clap clap! 8.611: Ottimo! Clap clap clap! 4.441: Eccezionale, stupefacente, inimitabile!!! E tutti giù ad applaudire, come se davanti a loro si fosse esibita Maria Callas.

Numeri, soltanto numeri, nient’altro che numeri. Quelli sarebbero i numeri – ci dicono – che definiscono la nostra “ricchezza”. Se hai i numeri dalla tua parte sei ricco, se non li hai sei povero. Ma sono numeri, non sono soldi (già i soldi sono solo carta straccia, ma con quelli almeno il pane lo compri).

Ieri il gigante assicurativo AIG, che rischiava la bancarotta, è stato salvato dalla Federal Res...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (12 Click) 
 
 

08/04/2008 - NAPOLI: PROGETTO SCEC


Ragazzi quanto sono avanti i napoletani! Da grande ho deciso che me ne comprero uno vero, da tenere in casa, magari come soprammobile. Insomma un napoletano tutto per me, da piazzare sul comodino, pronto a sfornare idee geniali per risollevare questa società allo scatafascio. Società in cui i ladri convenzionali rubano meno dei ladri legalizzati, e molte volte solo per spirito di sopravvivenza.


WwW.CasaGiovanni.NeT


COS E LO SCEC ?


L associazione distribuisce gratuitame...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (15 Click) 
 
 

26/03/2008 - Il Signore senza anelli


Ecco come sta finendo quest epoca: con il padre di famiglia che porta al banco dei pegni gli anelli di fidanzamento, le fedi nuziali della mamma e gli orecchini della nonna. Pur di racimolare qualcosa, ora si è disposti a tutto. Si vendono i gioielli di famiglia per pagare le rate del mutuo, le bollette di casa e la borsa della spesa. Un comportamento che testimonia il capolinea di un viaggio iniziato circa 3/4 anni fa: un viaggio intrapreso quando i tassi di interesse toccavano il loro minimo storico, un viaggio che aveva illuso molti facilitoni che consumare ed acquistare a debito era possibile e conveniente, addirittura facile.

Non mi dilungo più di tanto, i miei due bestsellers, Duri e Puri assieme a Best Before, hanno con largo anticipo profetizzato quanto si sta verificando in questo periodo storico (trovate anche i redazionali precedenti su www.eugeniobenetazzo.com/re...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (9 Click) 
 
 

11/03/2008 - Zapatero ha un problema. E anche noi.




Sarà interessante vedere come governerà Zapatero la crisi spagnola che avanza. Il presunto boom economico iberico, tutto giocato sull’edilizia, ha prodotto una bolla immobiliare di tutto rispetto e il più grosso deficit dei conti correnti d’Europa. Il deficit commerciale spagnolo è infatti di 326 miliardi di dollari, seguito (indovinate?) dall’Italia con 275, Grecia con 129, Irlanda con 123, Portogallo con 98 miliardi.

Ma se si tiene conto delle dimensioni delle rispettive economie, quello iberico è il più allarmante: il 26% del prodotto interno lordo (1). Di fatto, la Spagna più che l’Italia ha consumato beni a credito. Da dove viene il credito? Dal massiccio afflusso di capitali esteri, specie di banche e di fondi-pensione tedeschi, divoratori dei BOT spagnoli (i «cedula») dal 2005 al 2007.<...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 1) (9 Click)
 
 

29/02/2008 - Si sono accorti della recessione






I giornali italiani si sono accorti della recessione.
Titoloni: «Petrolio alle stelle», e «Euro a 1,51», si sprecano.
Non c’è prova più evidente della inutilità e falsità della carta stampata, i lettori di blog ne sanno di più dei lettori del Corriere.
E nella tragedia globale che incombe, i media continuano a dar voce ad «ottimisti» che, in questi frangenti, sono criminali.

Tanti si buttano ad annunciare che Bernanke ci salverà perché farà nuovi tagli ai tassi primari
(in pratica inondando di altri dollari il mondo che vi affoga, accelerando l’inflazione e mettendo nei guai l’Europa ancor più): senza dire che l’abbassamento dei tassi americani è oggi inutile anzi dannoso: la...Continua

Inserito da: Presty
Categoria:
Economia
      (Commenti 0) (11 Click)
 
 
 
 

se volete contattarci scriveteci a: info@casagiovanni.net

Tutte le immagini ed i video contenuti in questa sezione, si riferiscono a fatti realmente accaduti agli autori di questo sito. Ogni riferimento a cose o persone è puramente casuale. Chiunque ritenga che i contenuti di questo sito costituiscano una violazione della propria privacy (ai sensi della legge n. 675/1996) può invarci una comunicazione all’indirizzo info@casagiovanni.net. Provvederemo tempestivamente alla rimozione di tale materiale. Parte del materiale presente all’interno di questo sito è stato preso liberamente da Internet. Chiunque ne reclami la proprietà (ai sensi della Legge n. 633 del 22 aprile 1941) è pregato di darcene comunicazione all’indirizzo info@casagiovanni.net. Provvederemo tempestivamente alla rimozione di tale materiale.