Nuova pagina 1
Home World Gallery Video Blog Decalogo Forum
BLOG DETTAGLIO ARTICOLO
11 Settembre
Ambiente
Casagiovanni
Cinema
Curiosit
Debunker
Economia
Esteri
Girls
Medicina
Misteri
Motori
Politica
Sport
Truffe
Varie
Web

CERCA NEL BLOG

18/06/2008 - Italia, la notte perfetta


ZURIGO (Svizzera), 17 giugno 2008 - Siamo ai quarti. L Italia passa. Battiamo la Francia 2-0, mentre l Olanda vince 2-0 e sbatte fuori dall Europeo la Romania. Il miracolo di Berna ha le movenze di Klaas Jan Huntelaar e Van Persie. Quelle di Zurigo la classe di Pirlo, che infila su rigore, e la potenza di De Rossi che fissa il risultato. Siamo ai quarti al termine di una vera battaglia, dove la Francia perde per infortunio Ribery dopo 8 e Abidal, espulso al 24 del primo tempo. Partita che alterna emozioni con quelle di Berna, e che alla fine fa crollare solo le speranze dei francesi.

DUE CAMBI - Con la Francia Roberto Donadoni fa due cambi e lancia Gattuso e Cassano. Il c.t. schiera il 4-3-2-1 , con Perrotta affiancato al barese, alle spalle di Toni. Sulla linea mediana il tecnico fa la scelta giusta: Gattuso e Pirlo sulle corsie, De Rossi al centro. Confermata invece la difesa: Zambrotta e Grosso esterni, Panucci e Chiellini centrali. La formazione migliore, direbbe il c.t.. Sicuramente più competitiva di quella schierata da Marco van Basten a Berna contro la Romania. Domenech, ferito dagli "oranje" rinuncia a Thuram, affidandosi ad Abidal in mezzo alla difesa. In panchina anche Sagnol e Malouda che lasciano il posto a Clerc ed Evra. In attacco rientra Benzema.

RIBERY K.O. - La feroce partenza della Francia è uno specchietto per le allodole, perché l Italia ribatte e risponde per le rime. Giochiamo bene. Abbiamo idee brillanti. Già al 4 potremmo passare. Toni lanciato da Grosso spreca dal limite solo davanti a Coupet, aggiungendo una nuova tacca alle occasioni sprecate finora all Europeo. Ma siamo solo all inizio. All 8 la Francia perde Ribery. Il fuoriclasse del Bayern abbandona per un infortunio al ginocchio sinistro dopo un contrasto con Zambrotta. Domenech lo sostituisce con Nasri al 10 , ma perde almeno il trenta per cento della sua forza penetrativa.

LA CHIAVE - Qualità che non manca all Italia, che infila occasioni a valanga. All 11 Panucci sfiora di testa; splendida la reattività di Makelele che respinge sulla linea di porta, anticipando Coupet ben piazzato. Due occasioni nette per gli azzurri che spingono e giocano bene. Al 22 Pirlo scodella in area per Perrotta che manca l aggancio. Al 25 l episodio chiave. Toni viene travolto da Abidal al centro dell area: rigore netto che Michel concede, accompagnato dall espulsione del francese per fallo da ultimo uomo. Pirlo va sul dischetto e non sbaglia. Per Domenech si impone una nuova sostituzione per ridare equilibrio alla difesa. A uscire è proprio Nasri che lascia il posto a Boumsong.

TONI SPRECONE - E azzurro profondo. Al 27 De Rossi sfiora la traversa, al 28 Toni, imbeccato da Cassano, su rovesciata sfiora il palo alla destra di Coupet. Al 29 Pirlo giganteggia e invita ancora a nozze Toni che, pesante come il granito, con la punta del piede spreca a lato. La Francia ha un impennata d orgoglio con il suo capitano Henry; il diagonale è tagliente, ma si perde sul fondo alla destra di Buffon. I bleus alzano il baricentro sfruttando classe e potenza nonostante l inferiorità numerica. Ne approfittano per salire in cattedra i mediani di razza: De Rossi che fa lo stopper aggiunto, e Gattuso, ringhioso su tutte le palle. Proprio De Rossi subisce fallo al limite al 44 . La punizione la batte Grosso e la palla si stampa sul palo. Chiudiamo in vantaggio il primo tempo, mentre Olanda e Romania vanno al riposo sullo 0-0.

E FATTA - Nella ripresa la Francia parte forte, imponendo la sua personalità. Al 5 Benzema scarica un bolide oltre la traversa; al 7 Henry impegna a terra Buffon. Subiamo troppo in mezzo, dove i transalpini fanno sentire tuttra la potenza fisica di Makelele e Govou. Donadoni toglie Pirlo per Ambrosini, sostituzione inspiegabile poiché l autore del gol era diffidato e, ammonito, non potrà giocare l eventuale quarto. Poi da Berna arriva la notizia del gol di Huntelaar e improvvisamente l orizzonte cambia. L Italia trova il raddoppio con De Rossi, la cui punizione viene deviata da Henry. Camoranesi prende il posto di Perrotta, Domenech tenta la disperata mossa Anelka per Govou. Pressione totale, ordina l eccentrico allenatore catalano. Per niente facile con l uomo in meno, eppure al 29 la Francia sfiora il gol. Bellissimo il fendente di Benzema; spettacolare la deviazione di Buffon che si guadagna la pagnotta. Al 93 il fischio finale di Michel. Azzurri, disfate le valigie: si resta a Vienna.


Fonte:http://www.gazzetta.it

Inserito da: Ponkia
Categoria:
Sport
 
INDIETRO
 

Ponkia
Grande italia! ora ci tocca la spagna.. speriamo che toni la cera si sblocchi!
Alessio
Fate giocare Quagliarella cazzoooo!
Beppe
Adesso fate giocare Gamberini cazzoooo !
La Simo
Ol!Grande Italia! :D
Chicca
Fate giocare tutti tranne Toni... non se ne pu pi! :S
 
 
E-Mail
Nome*
Commento*





 
 

se volete contattarci scriveteci a: info@casagiovanni.net

Tutte le immagini ed i video contenuti in questa sezione, si riferiscono a fatti realmente accaduti agli autori di questo sito. Ogni riferimento a cose o persone è puramente casuale. Chiunque ritenga che i contenuti di questo sito costituiscano una violazione della propria privacy (ai sensi della legge n. 675/1996) può invarci una comunicazione all’indirizzo info@casagiovanni.net. Provvederemo tempestivamente alla rimozione di tale materiale. Parte del materiale presente all’interno di questo sito è stato preso liberamente da Internet. Chiunque ne reclami la proprietà (ai sensi della Legge n. 633 del 22 aprile 1941) è pregato di darcene comunicazione all’indirizzo info@casagiovanni.net. Provvederemo tempestivamente alla rimozione di tale materiale.